/

Aggiornamenti emergenza Covid 19



Con il distanziamento sociale, il nostro settore è diventato essenziale per il paese. L’emergenza sanitaria ci ha portato a mettere in atto ogni misura necessaria per proteggere la salute di tutti, ma non ci ha colti impreparati perché da sempre prestiamo un’attenzione particolare alla sicurezza delle persone e alla pulizia degli spazi dove operiamo. A seguito delle priorità strategiche dettate dal Governo, abbiamo fin da subito istituito una task-force che controlla costantemente la situazione per elaborare i diversi scenari al fine di adottare tutte le misure necessarie a salvaguardare la sicurezza e la salute di chiunque interagisca con il nostro network. 



 

Modalità di consegna:

Abbiamo eliminato l’obbligo di raccolta firma del destinatario per garantire la consegna sicura rispettando le distanze di sicurezza.

 

Servizio Clienti:

A causa delle attuali criticità operative, pur mettendo in campo tutte le nostre energie, i tempi di attesa telefonici del servizio clienti possono essere prolungati. Ce ne scusiamo ma contiamo sulla vostra comprensione. Vi ricordiamo che potete seguire il tracking delle vostre spedizioni nella sezione dedicata RINTRACCIA SPEDIZIONI.

 

Aggiornamenti sui servizi in Italia:

I ritiri e le consegne in fermo deposito, incluse le spedizioni prepagate, sono sospesi, fino a data da destinarsi. Per concordare il ritiro o la consegna del fermo deposito al domicilio del destinatario è necessario contattare la filiale BRT di riferimento.

 

Aggiornamenti sui servizi Estero:

Vi informiamo che a causa dell’emergenza globale, diversi governi Europei hanno adottato provvedimenti per contenere la diffusione del covid19. In particolare, in AUSTRIA, CROAZIA, FRANCIA, GERMANIA, LITUANIA, POLONIA, PORTOGALLO, SLOVACCHIA, SLOVENIA, SPAGNA, SVIZZERA, ROMANIA, ESTONIA, BELGIO. Viste le differenti modalità di ripartenza è necessario verificare sempre l’apertura dei propri destinatari.

Il nostro servizio di consegna per clienti privati rimane attivo.


In linea con il nuovo regolamento di esecuzione (UE) 2020/402 del 14 marzo 2020, tutti coloro che esportano prodotti diversi da dispositivi di protezione individuale compresi nell'allegato 1, dovranno aggiornare la dichiarazione di libera esportazione riportando la dicitura “Y975 Beni diversi da quelli descritti nell’allegato I del regolamento (UE) 2020/402”. In mancanza di tale dicitura non sarà possibile procedere allo sdoganamento delle merci.


Dato il costante evolversi della situazione, vi invitiamo a consultare questa pagina per tutti gli aggiornamenti.